NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

L'arte raffigurata nei francobolli

Il piccolo stato del Liechtenstein colora i suoi francobolli.

20.11.2014 - Motivi geometrici, giochi visivi, sculture e..arte. Il Liechtenstein colora i suoi francobolli con una serie dedicata all'arte. Un piccolo stato con una grande iniziativa. 

Che sia questa un'occasione per inviare colorati “Auguri di Natale”?

Fonte Vaccari news http://bit.ly/1F3xKy3

I social network hanno sostituito il modo di comunicare delle cartoline postali?

L'evoluzione dei sistemi di comunicazione ha spesse volte messo in ombra piccoli gesti di reale condivisione.

17.11.2014 - Milano, Parigi, New York, Sydney etc qualsiasi sia la città che avete visitato vi ha lasciato un ricordo più o meno piacevole.
Prima di rientrare nella quotidiana routine, avrete anche più volte pensato di condividere in parte la vostra esperienza con amici e colleghi.
Il gesto più comune oggi è quello di scattare foto, accompagnarle con del testo e condividere sui profili social.
Il messaggio arriva a destinazione in poco tempo e la comunicazione da voi scelta trasmette l'emozione di un istante.
Avete, in questo modo, creato un contatto con il vostro destinatario?

Alcuni nostalgici preferiscono un altro canale di comunicazione: la cartolina.
Diverse le versioni che ogni città mette a disposizione, a voi basta compilarla con l'indirizzo di chi volete contattare e accompagnarla con del testo che possa illustrare in poche righe l'emozione che vi ha divertito, riempito il cuore o visti protagonisti di un'attività che difficilmente vi sarebbe capitata nel vostro vivere quotidiano.

Sareste, quindi, disposti a rinunciare all'intramontabile cartolina consegnata magari dal vostro postino di fiducia – come nel celebre film- e sostituirla con un asettico messaggino o con una lunghissima galleria fotografica?

Liberalizzare il mercato postale si, ma puntando sulla qualità

Alla liberalizzazione del mercato postale non segue automaticamente l'aumento dell' efficienza dei servizi

14.11.2014 - Tre Direttive, rispettivamente 97/67/CE, 2002/39/CE, 2008/6/CE per far si che i paesi della comunità europea si abbandonassero definitivamente alla liberalizzazione del mercato postale. In Italia la piena apertura al mercato si è verificata nel gennaio 2011. Da quel momento in poi molte realtà del recapito postale sono sorte. Si contano ad oggi 4000 titoli abilitativi, ripartiti in modo crescente da Nord a Sud. Situazione anomala per quantità di titoli e per dislocazione, ma non è possibile frenare la richiesta e il conseguente rilascio. Il criterio della “qualità” potrebbe essere considerato funzionale per separare un buon servizio postale da uno generico. Qualità come sinonimo di consegna in aree difficili da raggiungere, con diverse condizioni meteo, nonostante scioperi veri o presunti, ma soprattutto certificando ogni singola consegna in tempo reale con dati non modificabili.
Oltre alla qualità, un altro aspetto necessario da dover considerare è la necessità di una netta separazione tra attività di trasporto e attività di trasporto postale.
Queste ultime sono relative a quei servizi che includono la raccolta, lo smistamento, il trasporto e la distribuzione degli invii postali, mentre le attività di “solo trasporto” non possono essere adibite al servizio di recapito postale se non ne conseguono il necessario titolo abilitativo.
Due realtà diverse quindi che non escludono la possibilità di una fusione..

Fonti: AGCOM, Antitrust, www.ilfattoquotidiano.it, www.ilsole24ore.it

Questa una breve introduzione sull'ampio tema delle liberalizzazioni del mercato postale, seguirà un altro intervento con alcuni riferimenti al variegato contesto europeo.

A proposito della delibera n. 485/14/CONS

In materia di titoli abilitativi per l'offerta al pubblico di servizi postali : in Italia i titoli abilitativi rilasciati (licenze e autorizzazioni generali) sono 4.000

Lettere LMD Group11.11.2014 - Tanti i titoli abilitativi nel nostro paese, limitarne la concessione non è possibile..ci auspichiamo maggiori controlli sulla qualità dei servizi postali offerti e sulla serietà di chi li offre.

Un estratto dall'allegato A della delibera n.485/14/CONS (AGCOM):
“l'elevato numero di titoli abilitativi rappresenta un dato assolutamente anomalo nel contesto dell'Unione Europea.
Non ci sono barriere all'ingresso per i soggetti che intendono entrare nel mercato, ma si registra l'esigenza di introdurre nuovi requisiti volti ad assicurare la serietà dei soggetti autorizzati e la qualità dei relativi servizi offerti a tutela degli interessi dell'utenza : ciò rende opportuno un controllo ex ante del Ministero sulla veridicità delle dichiarazioni rese e sulla coerenza delle informazioni nelle stesse contenute, oltre che un riscontro della documentazione trasmessa al momento della presentazione della domanda per il conseguimento dell'autorizzazione generale

La prima vittoria in serie D per le atlete della Samb Volley

«Ci voleva» e questa volta si festeggia.

10.11.2014 - Il costante impegno e “gli occhi della tigre” come citava la canzone di un famosissimo film, in cui lo sport faceva da cornice agli eventi della vita di un acerbo atleta divenuto poi campione del mondo nella sua categoria, hanno regalato alle pallavoliste della LMD Group Samb Volley una preziosa vittoria.Le giovanissime della LMD Group Samb Volley serie D guadagnano 3 punti e conquistano terreno. 

«Ci voleva» come si legge nell'articolo che racchiude il racconto della partita: http://bit.ly/144kY7b 

La LMD Group – sponsor delle atlete – si congratula con le ragazze e con i loro preparatori. Continuate a regalarci avvincenti sfide senza mai dimenticare l'aspetto più importante: il divertimento, compagno insostituibile nelle vostre partite che vi permetterà di crederci sempre anche nelle occasioni più difficili.


Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database