NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il futuro? Non appartiene al digitale

06.03.2015 - A volte è sufficiente guardare ciò che circonda con occhi diversi.

In una brillante intervista il futurologo della tecnologia Paul Saffo, dichiara come la prossima evoluzione alla quale si assisterà sarà quella biologica.
La rivoluzione dell' infinitamente piccolo sostituirà quella del digitale”. Ad affermarlo l' illustre Paul Saffo, consulente presso la facoltà di Ingegneria dell'Università di Standford dove tiene corsi sul futuro dell'ingegneria e sull' impatto tecnologico nel futuro.

Il forecaster della tecnologia afferma come temere il fallimento è assolutamente inutile. “Il fallimento è negativo”, “solo quando le conseguenze sono mortali”.

A fine intervista si ha come l'impressione di essere stati rapiti da una piacevole atmosfera in cui lo sguardo verso il futuro non fa più paura, dove il desiderio di mettersi in gioco è più forte dell' inerzia, dove si può essere protagonisti di un significativo cambiamento senza essere necessariamente “plurititolati”.
Una positiva immagine che permette di sognare e di arrivare a toccare un'idea che non è più generata da elucubrazioni ma da approfondimenti, analisi, rivisitazioni..il risultato è quello di un ritorno alle origini in cui si è finalmente consapevoli che i cambiamenti sono attorno a noi, basta solo guardare ciò che ci circonda con occhi nuovi.

Fonte www.corriere.it http://bit.ly/1aLaJba